I driver

La cultura aziendale permea il funzionamento di un’impresa, ne plasma i comportamenti  organizzativi e ne influenza strategie, visione della realtà ed evoluzione. Il driver è un principio guida che ispira il modello di governance che caratterizza la cultura aziendale. Nel modello Texture Evaluator ogni stile manageriale ha un driver di riferimento che aiuta a comprendere quale direzione l’organizzazione debba prendere nei processi di cambiamento culturale. I driver sono otto. Quattro focalizzati sulle potenzialità generative delle relazioni: condivisione, collaborazione, autonomia e cooperazione. Quattro focalizzati sulle potenzialità direttive delle relazioni: risultato, esecuzione, controllo ed efficienza.
CONDIVISIONE: se il Driver dominante è la Condivisione, la cultura aziendale è caratterizzata dalla continua ricerca di dialogo per il consenso.
COLLABORAZIONE: se il Driver dominante è la Collaborazione, la cultura aziendale è caratterizzata da una forte ricerca di costruzione di uno spirito di squadra.
AUTONOMIA: Se il Driver dominante è l’Autonomia, la cultura aziendale è caratterizzata da una forte libertà di azione e di espressione delle persone.
COOPERAZIONE: Se il Driver dominante è la Cooperazione, la cultura aziendale è caratterizzata da una forte tendenza a individuare uno scopo comune e a concertare gli sforzi di tutti nei confronti del suo raggiungimento.
RISULTATO: Se il Driver dominante è il Risultato, la cultura aziendale è permeata da un forte spirito competitivo e da una diffusa energia positiva, sia al proprio interno che nei confronti dei competitor.
ESECUZIONE: se il Driver è l’Esecuzione, l’azienda dà molto importanza ai processi di pianificazione e controllo.
CONTROLLO: se il Driver è il Controllo, l’azienda è caratterizzata da una cultura aziendale gerarchica e formale.
EFFICIENZA: se il Driver è l’Efficienza, il management tende a privilegiare un approccio «scientifico» al lavoro, chiaro e responsabilizzante.