Intervista – Massimo Calì

Quale è la tua professione principale?
Consulenza e formazione su soft skills (comunicazione, relazione e competenze manageriali)

Lavori per una società o sei un freelance?
Società

In quale società lavori?
Newton Management Innovation: management change nella complessità

In quale ambito svolgi la tua professione? Ci dai qualche dettaglio?
Consulente formatore

In cosa sei specializzato?
In tutto quello che è comunicazione e change management in contesti complessi

Hai una area territoriale di riferimento?
No

Preferisci svolgere il tuo lavoro individualmente oppure preferisci lavorare in team?

Entrambe

Quali sono le attività professionali che ti stimolano maggiormente?
Genericamente, quelle nelle quali riesci a portare valore alle persone e alle organizzazioni

Cosa ami del tuo lavoro?
Riuscire a fare quanto al punto sopra

Quale pensi sia l’impatto sociale della tua attività professionale?
Cambiare la vita alle persone e spostare il PIL
Più prosaicamente e realisticamente: dare alle persone qualche strumento in più per affrontare la complessità – soprattutto relazionale

Sai che Texture è una società Benefit; Come pensi di poter contribuire allo sviluppo delle sue attività di beneficio sociale?
Credo che lavorare con le Next Gen sia fondamentale. Budget a disposizione potrebbero non essercene nei contesti che più li vede rappresentati, quindi ben venga sensibilizzare gratuitamente

Quale intelligenza relazionale ti rappresenta di più? Perché?
Ma ovviamente tutte e quattro. Anche se a guardare bene mi sento un po’ Maestro

Quale nuova risorsa, dopo il corso di accreditamento Texture, porti con te?
Un approccio sistematico ed integrato alle 4 intelligenze e a come declinarle in comportamenti concreti e rilevanti per le persone e le organizzazioni

Texture in tre parole?
Quelle che definiscono i due livelli che raccontiamo: comportamenti – identità – valori

Quale tipo di studi hai fatto?
Liceo Scientifico
Laurea in Economia e Commercio
Master in HR

Hai fatto o stai facendo ulteriori percorsi personali di studi e ricerche? Quali?

Non attualmente, a parte il normale aggiornamento professionale

Pratichi o hai praticato una arte? Quale?
A lungo ho suonato, da qualche anno recito (a livello amatoriale)

Tre saggi da consigliare?
Atlante delle emozioni. In viaggio tra arte, architettura e cinema – di Giuliana Bruno
La scienza del male – di Simon Baron Cohen
Decisioni Intuitive – di Gerd Gigerenzer

Tre romanzi da consigliare?
Da appassionato di gialli & noir
La rete a maglie larghe – di Hakan Nesser
Mi fido di te – di Massimo Carlotto
Indagine non autorizzata – di Carlo Lucarelli

Tre film da consigliare?
Tre..?
La grande illusione – di Jean Renoir
Collateral – di Michael Mann
Le vacanze di Monsieur Hulot – di Jacques Tati

Il tuo fumetto preferito?
I Peanuts

Un’opera d’arte che consideri speciale?
Western Motel di Edward Hopper (ma in generale tutto Hopper)

Una musica che ami?
Punk rock

Una poesia che ti tocca profondamente?
“biglietto lasciato prima di non andare via”
Se non dovessi tornare, sappiate che non sono mai partito. Il mio viaggiare è stato tutto un restare qua, dove non fui mai
Giorgio Caproni

Una frase celebre/motto/slogan che ti rappresenta?
Quando tutti zìgano, tu zaga (attribuita a più persone, mi piace pensare sia vera l’attribuzione a Frank Zappa)

Chi sono i tuoi ispiratori?
Bruno Fornara (critico cinematografico)

I tuoi piatti preferiti?
Primi piatti in generale

Un buon vino?
Rosso: Ruchet
Bianco: Prosecco di Valdobbiadene

Segno zodiacale?
?
Vabbè, Scorpione

Numero preferito?
?

Un luogo che ami?
Venezia
Il cinema Beltrade a Milano
Casa mia
Ovunque ci sia acqua (laghi, mari)
Una libreria ben fornita

Cosa fai per stare bene?
Vado al cinema o sto con persone che amo. Talvolta le due cose insieme.

Quale è una cosa bella che le persone dicono di te?
Sia a teatro che quando suonavo, mi dicono che l’energia che metto nelle cose è contagiosa

Un viaggio che consiglieresti?
New York, almeno 3 settimane.

Tre aggettivi per presentarti al popolo di Texture?
Positivo
Profondo
Curioso